in programma

dal 07 Luglio 2018
al 05 Agosto 2018

REVISIONI Suggestioni tra Padova e Venezia

collettiva fotografica

Si è inaugurata, e resterà aperta fino a domenica 5 agosto, nella magnifica cornice di Villa Widmann, la mostra fotografica Rivisioni, Suggestioni tra Padova e Venezia, una raccolta di immagini che vuole sottolineare come Venezia, punta di diamante del turismo internazionale, sia così strettamente legata e connessa alla Riviera del Brenta, ma anche a Padova che viene qui rappresentata con alcune immagini tra le più significative dell’intera esposizione.

Tali legami affondano le radici nella storia, con particolare riferimento ai tempi della Serenissima Repubblica di Venezia, e nella struttura fisica dei territori ove i centri urbani sono collegati tra loro da una fitta rete stradale e ferroviaria oltre che da una ricca rete idrografica navigabile.

E’ pensando a questa rete di fiumi e strade, che l’Associazione Matrix ha voluto presentare, con questo progetto fotografico, anche quelle porzioni d’acqua che precedono il Naviglio e si mischiano con le acque del Piovego e con quelle del ramo d’origine principale, il fiume Bacchiglione, che attraversa la città di Padova.

Nasce così la mostra fotografica Rivisioni in cui la Riviera del Brenta è stata rivisitata dai fotografi espositori tramite una loro visione personale di tutto ciò che è storia, identità culturale e paesaggistica di questi luoghi al fine che il visitatore possa godere l’essenza della Riviera da più prospettive, suggestioni e stati d’animo. Infatti Riviera è un monumento, un pontile, una chiusa, Riviera è un riflesso, un’attività commerciale o di svago, Riviera è lavoro e prodotti tipici, Riviera è l’emozione di chi ha fermato l’immagine cercando di trasmettere a chi la osserverà la fotografia.

 

l’Associazione Fotografica Matrix, composta dai fotografi Vanessa Baldan, Loris Biasibetti, Davide Franceschi, Luca Geri, Alessandra Lando, Alessia Marcato, Giuseppe Marcato Baldan, Cristian Masetto, Maria Cristina Moreschi, Andrea Penazzato, Claudio Vianello e Veronica Vento nasce dopo un percorso di conoscenza fotografica condivisa; l’amore per i viaggi ma anche la voglia di comprendere, non solo fotograficamente, il territorio più vicino, li porta ad esperienze che legano la fotografia all’oggi come riflesso di ciò che ci circonda.

Ognuno con il suo stile fotografico ben delineato, restano sempre legati da quel filo di una forte amicizia che permette al gruppo di presentare fotografie di forte impatto visivo. L’immagine diventa quindi veicolo di un sapere che va oltre la semplice fotografia didascalica, cercando invece di esplorare il dettaglio, il poco conosciuto, in modo da offrire una lettura più ampia e costruttiva di ciò che viene inquadrato nel mirino della loro macchina fotografica.